Cooking fast die young.

Marco Pierre White è passato come una meteora nelle cucine britanniche. Ha iniziato a 16 anni e si è ritirato quando ne aveva solo 38 (ma a lui sembrava di averne vissuti già 86). Diceva: “Il mio corpo è fottuto, consumato sino alla miccia”. Diceva: “Ho avuto la terza stella a 35 anni, lo stesso anno di Marc Veyrat. Solo che lui di anni ne ha dieci più di me. Mica aspetterò come Robuchon l’ultimo momento per andare in pensione. Questa vita mi ha distrutto. Io prima del quarantesimo compleanno appendo il grembiule e in cucina non ci metto più piede. Il fisico non c’è più”. Detto fatto. Decise anche di restituire le tre stelle alla Michelin, contribuendo col suo romanticismo esacerbato alla mitologia dell’Angelo Caduto.

“20,000 Days On Earth”: un giorno nella vita di Nick Cave.

“20,000 Days On Earth” è la ri-creazione immaginaria del 20.000 giorno di vita di Nick Cave, ventiquattro ore ambientate nel primo giorno di registrazione dell’album “Push the Sky Away”. Nick Cave appartiene alla tradizione ‘poète maudit’ del rock: Jim Morrison, Jeff Buckley, Lou Reed e Leonard Cohen.