Le città visibili di Nicolas Ruel.

Dal 2007, il fotografo canadese Nicolas Ruel, ha perfezionato una fotocamera con doppia tecnica di esposizione che sovrappone un secondo piano a un soggetto principale. Ruel ha chiamato questo processo “8 second” perché questo è il tempo di esposizione che ha scelto per catturare gli spazi urbani delle principali città del mondo.

My Last Day at Seventeen.

“Kevin e Erin sono nati a poche ore di distanza. Nel mio ultimo giorno in Irlanda, la famiglia di Kevin ha organizzato una festa per il loro diciottesimo compleanno. La persona…

Richard Kern, la tassonomia del sesso.

Richard Kern è un fotografo e un regista underground noto per i suoi ritratti di ragazze nude.
Nato nel 1954 a Roanoke Rapids, in North Carolina, si trasferisce New York City, ed è lì, nell’East Village, negli anni ’80, che la sua carriera decolla iniziando a girare in Super 8, film erotici e sperimentali e a scattare immagini a celebrità della scena underground come: Lydia Lunch, David Wojnarowicz, Sonic Youth, Kembra Pfahler, e Henry Rollins in film come “The Right Side of My Brain” e “Fingered”. Kern ha sempre avuto un ossessivo interesse per l’estetica del sesso, della violenza e della perversione, cercando di abbattere tabù sociali, sessuali, religiosi e politici e sfidando le convenzioni cinematografiche.

Daido Moriyama. The Black Dog.

Il lavoro di Daido Moriyama ha sempre avuto una potenza artistica straordinaria sin dai primi scatti realizzati alla fine degli anni ‘60. La sua fotografia è un’esplorazione, un’immersione unica negli scarti del tempo, nella durezza, nella bellezza e nella malinconia della vita. In molti sensi le immagini di Moriyama sono le nostre immagini.

Omnivore.

Nell’ottica di una condivisione sempre più completa e destrutturata dei miei riferimenti culturali, ho deciso di dedicare la sezione “omnivore” di questo blog a segnalazioni e a recensioni di progetti creativi internazionali degni di nota.