signjam

Studio Kmzero: Where’d you get those?

Essere dei designer oggi è un lavoro complicato.
Implica l’obbligo di allenare la sensibilità, avere gli occhi aperti. Fare del coolhunting un  rito quotidiano, ricettivi 24/7, sniffando la direzione del vento.  In un qualche senso siamo macchine che assorbono, fagocitano e reintepretano stimoli –  produttori di design alimentati a deadlines e caffeina.
Gli input arrivano da ovunque; c’è tutto un quotidiano training all’attenzione, l’autoimposto rito degli rss, blog da consultare in guisa di breviario, lo street style e l’estetica video-clip al posto delle vitamine.
Ma gli input arrivano anche, e soprattutto, da libri d’arte e style magazines di cui gli studi  di design si cibano in maniera sconsiderata.
E se ne trovano ovunque negli studi, in pile  disordinate ammonticchiati tra sala riunione e scrivanie, costellazioni di post-it e hopeful-monster mimetici.  Un’inesorabile valanga, un massiccio attacco sensoriale.  Dal momento dell’apertura del nostro studio abbiamo desiderato di rispondere a questo  fuoco serrato di input con un nostro mag. Non una webzine, ma una vera rivista.  Perché, pur arresi ormai alle necessità di una vita 2.0 con risultati da misurare col numero  di amici di myspace, continuiamo a credere nel valore della pagina stampata, nelle sue qualità tattili, nel gioco della sovrapposizione degli inchiostri, nelle idee fissate sulla carta.
Crediamo nelle pubblicazioni di arte e design, nei libri pieni di idee e invenzioni, nelle  pubblicazioni monotematiche da leggere, guardare e toccare con un piacere sempre nuovo.  Alla fine alcuni anni fa è nata la nostra bookzine ego[n]. Qualcosa che non è nè un libro nè una rivista, ma piuttosto una specie di mostro domestico. Alimentato dall’amore per l’immagine, è  cresciuto a dismisura, incompleto e ridondante allo stesso tempo. Con alcune pagine bian-  che, altre stampate ad otto colori ed affollate di immagini.  Per metà libro d’artista e per metà scatola delle meraviglie, ego[n] è una collezione di storie incomplete, perché fatto di mancanze, fratture e omissioni.  Fare un magazine, ecco: una specie di catartico, necessario antidoto al vuoto.
Una caparbia affermazione del sé, un ego moltiplicato alla enne. Uno smisurato desiderio di donare  una struttura assente alle forme scomposte dell’essere, da trasferire in inchiostri di quadricromia, registri e verniciature UV, controforme a mezzotaglio e legature a filo refe.  In questo percorso abbiamo incontrato diversi grandi artisti e molti nuovi amici. Il magazine per noi è anche un laboratorio sociale, il passo necessario che va oltre gli approcci da  social network e si trasforma in collaborazione fattiva, in scontro e confronto di idee. Ci  siamo anche permessi una ricognizione tra i colleghi della nostra città, abbiamo scoperto  inaspettate sinergie con le crew di Graffbay e Gold, abbiamo avuto modo di apprezzare la  disponibilità e l’umiltà di grandi nomi della comunicazione e della grafica come Alan  Fletcher, Jonathan Barnbrook, Ed Fella, KesselKramer.

Studio Kmzero è un ambiente creativo nato nel 2002 ad opera di Cosimo Lorenzo PanciniFrancesco CanovaroDebora Manetti, per sperimentare in modo inedito graphic design, nuovi media e arti visive.
Hanno lavorato per importanti brand e clienti, quali: spot DGTamo/superEva, Dada Ringtones, Sky Sport, Zero9, Indesit, Spriters, Ermanno Scervino, ItaloBalestri, Sundek.
Hanno vinto numerosi premi quali: Ecxite Award (2001), ADCI awards (2008), Premio Web Italia, selection (2009), ADCI awards, selection (2011), GranPrix Pubblicità Italia (2011)

Studio Kmzero è stato ospite di SignJam 08 realizzando con Andrew Losowsky il workshop We Love Magazines.

Il loro web site è http://www.kmzero.com
Il loro blog è: http://www.kmzero.com/blog
Il loro Facebook è: https://www.facebook.com/studiokmzero

Discussione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...